FABblog

Il blog di Fabrizio Sinopoli

Congelati

by Fabrizio on domenica 5 febbraio 2012, no comments

Si dice che quando giochi con una squadra (cosidetta) piccola, se non segni subito, la partita si fa dura.

Si dice che solo un episodio o l’invenzione di un singolo può sbloccare partite in cui l’avversario si difende con 10 uomini dietro la linea della palla.

Si dice che uno stadio come lo Juventus Stadium darà qualche punto in più rispetto al passato.

Si dicono tante verità o tante ovvietà, dipende dai punti di vista. Di vero c’è che la Juventus stecca ancora in casa, per la quarta volta. Di vero c’è anche che l’episodio per sbloccare la partita c’è stato, così come è vero che l’arbitro non l’ha visto. Ma questo non cambia di molto le cose: rimango sempre dell’idea che una squadra deve essere più forte degli errori arbitrali. Perché, si sa, anche l’arbitro può sbagliare.

Di vero, poi, c’è tanto altro: innanzitutto, la Juventus ha giocato male, forse la peggior partita disputata in casa. Di fronte ha trovato un Siena ben messo in campo, ordinato e arroccato in difesa con tutti gli undici effettivi. Ma non solo: alcuni uomini chiave (Vidal, Marchisio e Vucinic) non sono più quelli di prima della sosta natalizia. Di vero c’è ancora che la Juventus forse non ha l’uomo giusto per sbloccare queste partite. C’è riuscita, con mille difficoltà, con Cesena e Novara. Ha sofferto e ha pagato dazio con Cagliari e Siena nelle ultime settimane.

In una giornata in cui nessuna delle prime 5 vince (pareggi per Juve  e Milan, sconfitte per Udinese, Lazio e Inter), si ha proprio l’impressione che questa giornata sia una delle più grandi occasioni mancate. Di sicuro non per una fuga per lo scudetto, ma di sicuro per il secondo posto e conseguente accesso diretto in Champions League.

Parlare di un grande Barzagli è ormai scontato. A centrocampo si soffre molto e Pirlo non può fare tutto da solo. Davanti, Matri latita, anche perché non gli arrivano palloni e Vucinic, come detto, è lontano parente di quello di inizio campionato.

Febbraio sarà molto probabilmente il mese decisivo: la Juventus non lo inizia certamente bene. Ma c’è tempo e modo per recuperare.

Le mie pagelle
Buffon s.v.; Lichtsteiner 6, Barzagli 6,5, Chiellini 5,5, De Ceglie 6; Vidal 5, Pirlo 6, Marchisio 5,5; Pepe 5 (dal 38′ p.t. Giaccherini 5,5), Matri 5 (dal 31′ s.t. Quagliarella s.v.), Vucinic 5,5 (dal 16′ s.t. Borriello 5)

Condividi:
    zv7qrnb

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>